Introduzione all’Hinduismo

ISSR
Licenza in Scienze Religiose

Introduzione all’Hinduismo
Codice Insegnamento: 5STR004
Anno di corso: 4
Tipo di insegnamento: OBBLIGATORIO
Crediti: 3
Ore: 24
Lingua in cui viene erogato il corso: Italiano
Metodo di insegnamento: Non definito
Tipo di esame: Prova Orale

Indirizzi

    • Didattico
  • Pastorale – Ministeriale
  • Docenti

    Obiettivo:
    Programma:

    Il corso si propone di presentare un quadro d’insieme del ricchissimo patrimonio delle tradizioni religiose di origine indiana, in special modo l’Hinduismo, che riveste una particolare importanza, a prescindere dalla sublimità del messaggio spirituale, anche per la vasta diffusione (detiene il terzo posto tra le religioni mondiali per numero di fedeli) e per la vocazione universalistica di certe forme di neo-hinduismo che superano la matrice etnica per rivolgersi all’umanità intera, come attesta la crescente penetrazione di forme religiose da esse derivate o ispirate anche nel mondo occidentale.

    Il corso si articolerà, orientativamente, come segue:

    RELIGIONI DELL’INDIA – HINDUISMO.

    a) La religione dei Veda

    b) La filosofia delle Upanişhad; 

    c) Religioni teistiche: il Vişnuismo;

    d) Religioni teistiche: lo Śivaismo;

    e) Religioni teistiche: lo Śaktismo e il Tantrismo;

    f) I culti devozionali medievali;

    g) La religione dei Sikh;

    h) Il neo-Hinduismo. 

    Modalità d’esame

    L’esame si svolgerà in forma orale e verterà sia sugli appunti del corso (a cura degli studenti) che sul contenuto di un’opera a scelta tra quelle indicate nella bibliografia. Si ribadisce che il contenuto dell’opera a scelta costituirà materia di esame nella sua integralità, a completamento indispensabile di quanto esposto dal docente nel limitato tempo a disposizione. Benché l’intento del corso non sia precipuamente quello di fornire nozioni bensì di favorire una comprensione partecipativa dello spirito delle tradizioni religiose studiate, nondimeno si richiederà allo studente anche un’adeguata familiarità con le cognizioni fondamentali (nomi di persone umane e divine, sacre scritture e opere filosofico-teologiche, cronologia, terminologia, concetti chiave etc.), la cui conoscenza costituisce il requisito indispensabile di una comprensione non superficiale e al tempo stesso la condizione di possibilità di un proficuo dialogo interreligioso. 

     

     


    Avvertenze:
    Bibliografia:

    Letture richieste – G. FLOOD, L’Induismo. Temi tradizioni, prospettive, Torino, Einaudi, 2006; oppure: S. PIANO, Sanatana Dharma. Un incontro con l’induismo, Milano, S. Paolo 2006.

    Letture facoltative – R. PANIKKAR, Il Dharma dell’Induismo. Una spiritualità che parla al cuore dell’Occidente, Milano, BUR, 2006; J. L. BROKINGTON, The Sacred Thread, Edinburgh, Edinburgh University Press, 1996; A. RIGOPOULOS, Hinduismo, Brescia, Queriniana, 2005.